whatsapp Centri Odontoiatrici Specialistici

Scanner dentale

scanner dentale intraorale

Parcheggio gratuito

Presso il parcheggio sottostante Piazza Europa

Parcheggio grauito

entrando dal lato della Eurospar

I nostri servizi

Terapia desensibilizzante
La sensibilità dentale è una delle conseguenze dell’esposizione del colletto den...
Sedazione cosciente per pazienti non collaboranti
Indipendentemente dal tipo d’intervento che si deve effettuare, i pazienti ansiosi sono poco collabo...
Implantologia dentale
Quando vi è la mancanza di uno o più denti a causa di carie, malattia parodontale, traumi o altro c'...

Il tè arricchisce il fluoro dei denti

Il tè rafforza lo smalto dei denti e aiuta a prevenire la carie. Contiene, infatti, una maggiore quantità di fluoro.

Lo hanno scoperto, durante uno studio pubblicato sulla rivista Nutrition Bulletin, il dietista inglese T. J. Bond e la nutrizionista Carrie H. S. Ruxton, membro del Tea Advisory Panel Freelance Dietitian di Londra (Regno Unito), che dichiara: “Basterebbe consumare quattro tazze di tè nero al giorno per ottenere la dose di fluoro necessaria per garantire una corretta salute dentale”. Il tè rappresenta una fonte naturale di fluoro. La pianta da cui viene estratto, infatti, assorbe il minerale dal terreno. Pertanto, in base alla località in cui viene coltivata, cambia anche la quantità di fluoro presente nella bevanda. Ma influisce anche la durata dell'infusione: più tempo si attende prima di consumare il tè, più alto sarà il contenuto di fluoro. Di conseguenza, maggiori saranno i benefici per la salute dei denti.

Nel corso della ricerca, i due studiosi hanno analizzato 49 diversi tipi di bustine di tè. Per farlo, hanno preparato tre infusi da ogni bustina e poi hanno miscelato le tazze. In questo modo, sono riusciti a calcolare il contenuto medio di fluoro presente in ogni recipiente, che andava da 0,72 a 1,68 mg a tazza. Al termine dell'esperimento, hanno scoperto che i livelli più elevati di fluoro erano presenti nelle miscele delle marche più economiche e in quelle deteinate. Per esempio, hanno osservato che il tè prodotto da un'azienda conosciuta a livello internazionale, conteneva un quinto del fluoro presente in uno che riportava il marchio di un supermercato.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione