whatsapp Centri Odontoiatrici Specialistici

Scanner dentale

scanner dentale intraorale

Parcheggio gratuito

Presso il parcheggio sottostante Piazza Europa

Parcheggio grauito

entrando dal lato della Eurospar

I nostri servizi

Sedazione cosciente per pazienti non collaboranti
Indipendentemente dal tipo d’intervento che si deve effettuare, i pazienti ansiosi sono poco collabo...
Gnatologia e terapia delle cefalee
La Gnatologia è parte della Odontoiatria che nell'uomo studia, in fisiologia e patologia, le funzion...
Igiene orale e Prevenzione
L’igiene dentale, spesso trascurata dai bambini come dagli adulti è essenziale per prevenire nei bam...

Inghiotte la protesi e non se ne accorgono. Curata per nove settimane con antibiotici

Braintree (GB) – Una donna inglese di 75 anni, che aveva inghiottito accidentalmente la sua protesi, ha dovuto aspettare nove settimane prima che un medico trovasse la causa della sua febbre e dei suoi malesseri.

La donna soffriva di Parkinson e di demenza senile e non era in grado di spiegare ai medici che cosa fosse accaduto.

Come riportato da BBC News, Nermin Keating di Braintree aveva inghiottito la sua dentiera con 11 denti nel mese di novembre. La figlia l'aveva portata in ospedale perché la donna non si sentiva bene e perché aveva la febbre alta. Durante la visita, la figlia aveva accennato alla mancanza della protesi; tuttavia, alla signora Keating fu diagnosticata un'infezione polmonare e le furono prescritti antibiotici. Siccome le condizioni non miglioravano, erano seguiti altri accertamenti ma nessun medico era riuscito a trovare la vera causa.

«Ogni volta che la paziente è stata al pronto soccorso le sono stati dati degli antibiotici, pensando che il problema avesse a che fare con i polmoni o con la malattia», ha raccontato a BBC News Umit Maddock, badante a tempo pieno della pensionata. «Purtroppo non migliorava – diceva – e quando le davo da mangiare emetteva dei rumori strani, quasi come se stesse soffocando».

Infine, Maddock ha portato la donna da un altro medico, che finalmente ha scoperto la protesi nello stomaco e ha mandato la paziente in ospedale. La protesi è stata rimossa e la paziente ha potuto recuperare la salute.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione