whatsapp Centri Odontoiatrici Specialistici

Scanner dentale

scanner dentale intraorale

Parcheggio gratuito

Presso il parcheggio sottostante Piazza Europa

Parcheggio grauito

entrando dal lato della Eurospar

I nostri servizi

Rieducazione Cranio-Cervico-Mandibolare e Terapia Miofunzionale
L’articolazione temporo-mandibolare è una delle articolazioni più complesse del nostro corpo: colleg...
Sedazione cosciente per pazienti non collaboranti
Indipendentemente dal tipo d’intervento che si deve effettuare, i pazienti ansiosi sono poco collabo...
Protesi fissa estetica
Oggi l'Odontoiatria dispone di tecniche e materiali protesici sempre più affidabili, maneggevoli e s...

La postura e i dolori cronici

Intervista con il Dott. Giancarlo Favaretto - Medico Chirurgo Odontoiatra e Posturologo

Che cos’è la postura?

Per postura si intende la posizione del corpo nello spazio ed il rapporto tra i vari segmenti corporei.

Una corretta postura è garantita da un’equilibrata sinergia tra le componenti strutturali, metaboliche e psichiche del soggetto.

Perchè il corpo assume posture errate?

Il corpo assume posture scorrette perché l’organismo è portato naturalmente ad evitare il dolore fino a quando è possibile, risparmiare energia per non stancarsi facilmente e consentire il normale svolgimento di tutte le attività della vita quotidiana. Pertanto una postura corretta è la condizione necessaria per uno stato di benessere generale psico-fisico.

Perchè quando assumiamo una postura scorretta non avvertiamo subito un campanello d’allarme?

Qualunque variazione delle strutture funzionali al mantenimento di una corretta postura porterà a degli adattamenti posturali (testa reclinata da un lato, spalle e bacino a diverse altezze, ginocchia valghe o vare, piedi valghi o vari) non accompagnati da alcun sintomo fino al momento in cui le difese naturali dell’organismo saranno in grado di mantenere l’equilibrio. Superata la soglia biologica di tolleranza, comparirà una sintomatologia dolorosa che potrebbe presentarsi anche con manifestazioni non sempre riconducibili allo squilibrio posturale (mal di testa frequenti e recidivanti, fotofobia, formicolii agli arti superiori, dolori cervicali, dorsali, lombosacrali).

Quali sono le cause più frequenti degli squilibri posturali?

Le cause più frequenti degli squilibri posturali derivano da una non corretta armonia tra tutti i recettori che influenzano la postura (le componenti cranio-mandibolari, malocclusioni di 1°, 2° e 3° classe, disfunzione dall’articolazione temporo-mandibolare) e recettori oculare e podalico, tenendo conto che tutti si influenzano reciprocamente.

 Il sistema tonico posturale, quando ben funzionante è in continua attività e consente l’esecuzione, in maniera naturale e spontanea, di tutte le attività della vita quotidiana e sportiva.

Chi dovrebbe sottoporsi a una visita posturale?

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) attesta che circa il 5% dei dolori cronici recidivanti sono correlati a una postura scorretta, pertanto i soggetti destinatari di una valutazione posturale sono tutti coloro che soffrono di dolori cronici recidivanti di lunga durata non adeguatamente trattati.

Lo studio posturale deve essere integrato dalla valutazione kinesiologica che consente, attraverso l’analisi della risposta neuro-muscolo-articolare, una corretta valutazione della funzione muscolare, il cui equilibrio è alla base di una postura corretta. Inoltre la kinesiologia applicata consente di valutare le correlazioni esistenti tra organo, muscolo, e meridiani energetici del corpo consentendo un’analisi delle esatte funzioni metaboliche. 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione