whatsapp Centri Odontoiatrici Specialistici

Parcheggio gratuito

Presso il parcheggio sottostante Piazza Europa

Parcheggio grauito

entrando dal lato della Eurospar

I nostri servizi

Sedazione cosciente per pazienti non collaboranti
Indipendentemente dal tipo d’intervento che si deve effettuare, i pazienti ansiosi sono poco collabo...
Parodontologia
Nella malattia parodontale le gengive sanguinano con possibile fuorisuscita di pus, sono gonfie, son...
Gnatologia e terapia delle cefalee
La Gnatologia è parte della Odontoiatria che nell'uomo studia, in fisiologia e patologia, le funzion...

Protesi fisse e protesi mobili - L’odontoiatra risponde

dr.ssa Antonella Rociola

 

Intervista alla Dott.ssa Antonella Rociola
Protesi fisse e protesi mobili: chiariamo una volta per tutte di cosa parliamo.

 

 

L’odontoiatria ormai offre innumerevoli soluzioni a tutti i tipi di problemi dentali. Come si può essere sicuri di fare la "SCELTA GIUSTA"?

In odontoiatria non esiste una scelta migliore a priori: la migliore strategia d’intervento varia da caso a caso, in funzione delle esigenze e dello stato di salute del paziente.

Prendiamo come esempio l’implantologia. La prima cosa da valutare se si vuole fare un impianto è la quantità di osso mascellare, determinabile tramite l’ortopantomografia o tramite dental scan, un esame radiologico tridimensionale.

E’ necessario, inoltre, verificare le condizioni di salute del paziente e il livello di igiene orale: quest’ultimo deve essere impeccabile per non rischiare la perdita dell’impianto.

Quando ormai i denti sono compressi, spesso si ricorre alla protesi fissa. Per quali soluzioni si può optare?

Quando si parla di protesi fissa ci si riferisce a singole corone, ponti, faccette e protesi fisse su impianti.

La protesi fissa è un manufatto realizzabile in metallo ceramica, disilicato o ceramica integrale, che ingloba o sostituisce elementi dentari compromessi o mancanti. Nel primo caso la capsula dentale prende la forma della corona naturale e la copre totalmente. Nel secondo caso, invece, si può ricorrere alla realizzazione di ponti, che si agganciano saldamente ad almeno due denti adiacenti a quelli mancanti.

Corone e ponti:

Numero di appuntamenti con il tuo dentista: 6 circa

  1. Si prende l’impronta per la realizzazione del provvisorio che verrà preparato in laboratorio.
  2. Si lima il dente e si posiziona il provvisorio ribasato (cioè riempito in resina e adattato alla forma del moncone).
  3. Si prendono le impronte definitive.
  4. Si effettua la prova della struttura metallica della capsula.
  5. Si effettua la prova estetica per valutare il colore del manufatto.
  6. Si consegna il lavoro finito.

Durata totale del lavoro: 40 giorni circa

Durano per sempre?: Così come accade con i denti naturali, mangiando un alimento estremamente solido c’è la possibilità che la ceramica (o altro materiale di cui il manufatto è composto) si scheggi.

Qual’è il materiale migliore: La zirconia o il disilicato rappresentano la scelta migliore per i settori anteriori per motivi puramente estetici.

Faccette:

La scelta delle faccette, realizzate per i denti anteriori, è motivata da fini estetici, ed è la migliore soluzione nel caso in cui i denti presentino degli inestetismi dovuti ad alterazioni di colore, a ricostruzioni ripetute nel tempo, diastemi, denti fratturati, denti usurati.

Numero di appuntamenti con il tuo dentista: 5 circa

  1. Rilevazione delle impronte per la ceratura diagnostica (la realizzazione in cera della forma definitiva dei denti).
  2. Si lima una parte dello smalto dentale.
  3. Si prendono le Impronte definitive.
  4. Si sceglie il colore delle faccette tramite una scala colorimetrica.
  5. Si cementano le faccette definitive.

Durata totale del lavoro: 30-40 giorni circa

Durano per sempre?: C’è la possibilità che le faccette si stacchino. A ciò si può ovviare evitando il movimento “a strappo” con i denti anteriori.

Protesi fissa su impianti:

La protesi fissa su impianti consiste nell’inserimento della corona sul moncone di un impianto osteointegrato (il moncone è l’elemento metallico che collega la corona all’impianto).

Numero di appuntamenti con il tuo dentista: 5 circa

  1. In seguito all’inserimento dell’impianto, si rilevano le impronte.
  2. Si effettua la prova dei monconi.
  3. Si effettua la prova struttura.
  4. Si effettua la prova estetica.
  5. Si termina il lavoro con il posizionamento della corona.

Durata totale del lavoro: 30-40 giorni circa

Dura per sempre?: E’ un manufatto molto resistente, ma si può sempre incappare, seppur in percentuale bassissima, in inconvenienti quali: frattura del rivestimento in resina, della ceramica, della vite protesica, dell’armatura metallica, dell’impianto; svitamento in protesi avvitata o cementata.

Quando consiglia, invece, di affidarsi alla protesi mobile?

Nel caso in cui manchino elementi dentari a sostegno del ponte o nel caso in cui non ci siano le condizioni di salute per effettuare gli impianti, si può ricorrere alla protesi mobile.  

Numero di appuntamenti con il tuo dentista: 6 circa

  1. Rilevamento delle impronte per la realizzazione del cucchiaio individuale (cucchiaio costruito su misura sulla bocca del paziente)
  2. Presa delle impronte sulla base del cucchiaio individuale.
  3. Prova struttura metallica della protesi mobile.
  4. Vallo in cera (vengono calcolate le altezze dei denti in resina con lo scopo di assicurare una buona occlusione).
  5. Prova estetica con elementi dentari montati su una cera provvisoria.
  6. Consegna della protesi definitiva.

chiedi esperto igienistaDurata totale del lavoro: 30 giorni circa

Dura per sempre?: Se non si mantiene una scrupolosa igiene orale della protesi e della mucosa si può incappare in fastidiose infiammazioni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione