whatsapp Centri Odontoiatrici Specialistici

Parcheggio gratuito

Presso il parcheggio sottostante Piazza Europa

Parcheggio grauito

entrando dal lato della Eurospar

I nostri servizi

Protesi fissa estetica
Oggi l'Odontoiatria dispone di tecniche e materiali protesici sempre più affidabili, maneggevoli e s...
Gnatologia e terapia delle cefalee
La Gnatologia è parte della Odontoiatria che nell'uomo studia, in fisiologia e patologia, le funzion...
Gnatologia e posturologia
La Gnatologia studia le funzioni della bocca (masticazione, deglutizione, fonatoria, posturale) veri...

Gnatologia e terapia delle cefalee

La Gnatologia è parte della Odontoiatria che nell'uomo studia, in fisiologia e patologia, le funzioni della mandibola (masticazione, deglutizione, fonatoria, posturale) ma anche di tutti quei dolori collegati.

Quindi la gnatologia studia i rapporti tra i mascellari, denti, articolazioni temporo-mandibolari di destra e sinistra, muscoli che muovono i mascellari e sistema nervoso, compresa la lingua.

Questa definizione è corretta ma, non rendendo ragione di molte altre variabili collegate alle mascelle, risulta incompleta. Vediamo infatti la definizione del Prof. Mario Molina, riconosciuto studioso in materia, nella introduzione al suo "Concetti fondamentali di gnatologia moderna": "Il termine "occlusione" si riferisce letteralmente ai contatti tra i denti delle arcate antagoniste sia in una posizione statica che dinamica. Per "gnatologia" si intende lo studio di tutti gli organi o apparati che dal lato fisiologico o patologico possono essere collegati all'occlusione dentaria".

È una definizione dunque più estesa, e nella quale si apre largo spazio a correlazioni con molti altri organi o apparati. Potremmo chiamarla, forse più appropriatamente, come "Gnatologia posturale" (alcuni autori l'hanno chiamata "Ortoposturodonzia" aumenta qui l'importanza della funzione linguale, della respirazione polmonare, della respirazione cranio-sacrale, della deglutizione mediata dall'osso ioide con i muscoli ad esso collegati (direttamente collegati con: mandibola, ossa temporali del cranio, manubrio dell'osso sternale, clavicole, prime coste toraciche, scapole, vertebre cervicali). Da queste connesse aree di interesse con la Gnatologia posturale, si comprende facilmente come l'apparato stomatognatico partecipi alla Postura globale dell'essere umano.

La Gnatologia Odontoiatrica

Cefalea, dolori cervicali, dolori facciali vicino all'orecchio, blocchi della mandibola, disfagia, vertigini sono i problemi causati dalle disfunzioni dell'articolazione temporo-mandibolare in quanto la bocca partecipa ad importanti funzioni: masticazione, deglutizione, fonazione, stabilizzazione del capo e per contiguità anatomica alla percezione dei suoni. Inoltre l'espressività emozionale si realizza nel viso, nella parola e nel bruxismo diurno e no

La centralità sensoriale del capo: dodici paia di nervi cranici e in particolare del trigemino permette di spiegare come il movimento della mandibola che si realizza tramite l'articolazione temporo-mandibolare possa essere coinvolto in tante sintomatologie algiche.

La gnatologia odontoiatrica (dal greco gnathòs=mandibola) ha per oggetto lo studio della bocca e il vincolo dentale ai movimenti della mandibola necessari per realizzare queste funzioni . I muscoli facciali e del collo, i denti, le articolazioni temporo-mandibolari e più in generale la postura dell'individuo sono coinvolti in tutto ciò sia nei rapporti statici sia dinamici.

La crescita del viso si attua con la forza plasmante dei muscoli masticatori orientati sul piano occlusale (ortognatodonzia).

Terapia dei disturbi cranio-cervico-mandibolari

La terapia dei disturbi cranio-cervico-mandibolari dopo una accurata e approfondita analisi permette di curare i disturbi provocati da problemi muscolari, nervosi e articolari dell'articolazione temporomandibolari, che molto spesso provocano con grande sorpresa del paziente una sintomatologia satellite non localizzata: cefalea, dolori alla schiena, all'orecchio, acufeni, vertigini.

Prima di applicare un bite, che spesso è una terapia sintomatica, è opportuno seguire tutto un percorso anamnestico molto dettagliato per giungere alla diagnosi che individua le cause che hanno determinato il dolore.
L'impiego del bite non è da escludere, ed in alcuni casi ha anche una serie di conseguenze molto positive, ma il bite non va visto come una soluzione universale; molto frequentemente si applicano bite senza approfondite valutazioni e troppo spesso l'utilizzo del bite non è affiancato dai doverosi controlli periodici.

Gnatologia

Trattamenti con bite per risoluzione di problemi all'articolazione temporo mandibolare, click -dolori. Eventuali patologie posturali collegate a problemi odontoiatrici.

La gnatologia si occupa della diagnosi e cura dell'articolazione della bocca, quando esistono dolore all'apertura o alla chiusura della bocca , laterodeviazione, cefalea muscolotensiva. Si può intervenire con trattamenti di bilanciamento dell'occlusione, recupero della posizione del condilo, stretching muscolare, terapia decontratturante, tens e magnetoterapia.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione