whatsapp Centri Odontoiatrici Specialistici

Scanner dentale

scanner dentale intraorale

Parcheggio gratuito

Presso il parcheggio sottostante Piazza Europa

Parcheggio grauito

entrando dal lato della Eurospar

I nostri servizi

Terapia Estetica AntiAging
E’ in grande aumento da parte femminile e, negli ultimi tempi, anche da parte maschile la rich...
Parodontologia
Nella malattia parodontale le gengive sanguinano con possibile fuorisuscita di pus, sono gonfie, son...
Gnatologia e terapia delle cefalee
La Gnatologia è parte della Odontoiatria che nell'uomo studia, in fisiologia e patologia, le funzion...

Terapia desensibilizzante

La sensibilità dentale è una delle conseguenze dell’esposizione del colletto dentale, che normalmente risulta ricoperto da gengive e smalto che fungono da protettori.

Quando le gengive si ritraggono e/o in caso di perdita dello strato protettivo dello smalto il colletto dentale si scopre e si espone agli stimoli esterni: in queste situazioni si può manifestare la sensibilità dentale.

La sensibilità dentale è uno dei disturbi dentali più diffusi: ne soffre circa il 20-25% della popolazione. Se viene sottovalutata o non trattata, la situazione può aggravarsi e nuocere gravemente alla salute dei denti e delle gengive.

Quali sono le cause?

Le cause possono essere molteplici:

  • L’uso di un’errata tecnica di spazzolamento
  • L’utilizzo di dentifrici eccessivamente abrasivi
  • Un’alimentazione troppo ricca di cibi e bevande zuccherine
  • Il naturale avanzare dell’età

Quali sono i sintomi?

Quando si consumano cibi dal sapore agrodolce e/o bevande calde/fredde i denti reagiscono con una sensazione dolorosa agli stimoli esterni. Ma il dolore può comparire anche durante lo spazzolamento dei denti.

In presenza di colletti dentali scoperti e denti sensibili, oltre a sensazione di fastidio e dolore che possono influenzare la Qualità della Vita, possono anche insorgere problemi estetici e/o psicosociali (preoccupazione, mascherare il sorriso).

E’ per questo motivo che i denti sensibili hanno bisogno di una protezione specifica e di una corretta igiene orale.

La sensibilità dentale è una delle conseguenze dell’esposizione del colletto dentale, che normalmente risulta ricoperto da gengive e smalto. Quando le gengive si ritraggono e/o in caso di perdita dello strato protettivo dello smalto il colletto dentale si scopre e si espone agli stimoli esterni: in queste situazioni si può manifestare la sensibilità dentale.

La sensibilità dentale è uno dei disturbi dentali più diffusi: ne soffre circa il 20-25% della popolazione. Se viene sottovalutata o non trattata, la situazione può aggravarsi e nuocere gravemente alla salute dei denti e delle gengive.

Quali sono le cause?

Le cause possono essere molteplici:

  • L’uso di un’errata tecnica di spazzolamento
  • L’utilizzo di dentifrici eccessivamente abrasivi
  • Un’alimentazione troppo ricca di cibi e bevande zuccherine
  • Il naturale avanzare dell’età

Quali sono i sintomi?

Quando si consumano cibi dal sapore agrodolce e/o bevande calde/fredde i denti reagiscono con una sensazione dolorosa agli stimoli esterni. Ma il dolore può comparire anche durante lo spazzolamento dei denti.

In presenza di colletti dentali scoperti e denti sensibili, oltre a sensazione di fastidio e dolore che possono influenzare la Qualità della Vita, possono anche insorgere problemi estetici e/o psicosociali (preoccupazione, mascherare il sorriso).

E’ per questo motivo che i denti sensibili hanno bisogno di una protezione specifica e di una corretta igiene orale.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione