whatsapp Centri Odontoiatrici Specialistici

Parcheggio gratuito

Presso il parcheggio sottostante Piazza Europa

Parcheggio grauito

entrando dal lato della Eurospar

I nostri servizi

Sedazione cosciente per pazienti non collaboranti
Indipendentemente dal tipo d’intervento che si deve effettuare, i pazienti ansiosi sono poco collabo...
Parodontologia
Nella malattia parodontale le gengive sanguinano con possibile fuorisuscita di pus, sono gonfie, son...
Gnatologia e terapia delle cefalee
La Gnatologia è parte della Odontoiatria che nell'uomo studia, in fisiologia e patologia, le funzion...

Rieducazione Cranio-Cervico-Mandibolare e Terapia Miofunzionale

Cos’è l’Articolazione Temporo Mandibolare (A.T.M.)

L’articolazione temporo-mandibolare è una delle articolazioni più complesse del nostro corpo: collega la mandibola al cranio e permette di parlare, masticare, deglutire e compiere movimenti mimici.

Disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare: cause e sintomi

Quando sono presenti disturbi delle funzioni dei muscoli masticatori e/o alterazioni e deficit del movimento, lo stesso movimento articolare temporo mandibolare viene compromesso, causando disturbi di vario tipo.

I sintomi più diffusi dei disturbi a questa articolazione sono:

  • affaticamento durante la masticazione, lo sbadiglio o semplicemente nell’aprire la bocca
  • dolore all’articolazione, sia a riposo sia durante il suo utilizzo (per esempio mangiando o parlando)
  • rumori causati dall’articolazione quando si apre o si chiude la bocca: click, scrosci, rumori a sabbia
  • limitazione e/o rigidità nell’apertura della bocca fino al blocco vero e proprio
  • dolore sordo al viso con tensione dei muscoli mimici e dei muscoli masticatori
  • mal di testa: cefalee tensive e muscolo-tensive
  • sensazione di rigidità al viso
  • tensione che parte dal collo fino al capo con difficoltà di movimento
  • dolore all’orecchio che può irradiarsi al viso
  • acufeni (fischi alle orecchie)
  • ipoacusie
  • vertigini
  • dolore all’A.T.M. quando si appoggia la testa sul cuscino

Problemi collegati ai disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare

I disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare possono condurre a problemi di vario tipo, spesso legati ai sintomi sopra elencati.

Ecco le disfunzioni più comuni:

  • riduzione dell’apertura della bocca o limitazione nel compiere alcuni movimenti
  • rumori nel muovere l’articolazione
  • difficoltà a mangiare e parlare
  • mal di testa o mal d’orecchio
  • tensione muscolare ai muscoli masticatori
  • alterazione della masticazione
  • cervicalgie

Cause dei disturbi all’articolazione temporo-mandibolare

Le cause dei disturbi all’A.T.M. sono numerose.

Ecco le più comuni:

  • digrignamento o serramento dei denti (bruxismo)
  • traumi sull’articolazione, come fratture del condilo e della mandibola
  • colpo di frusta
  • disturbi infiammatori come artrosi o artrite
  • occlusione sbagliata della bocca
  • situazioni fisiche e mentali molto stressanti.

Cure e trattamenti per i disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare

In molti casi il dolore, il mal di testa e gli altri sintomi associati ai disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare possono rapidamente migliorare se trattati precocemente.

La fisioterapia ricerca l’equilibrio tra mandibola e capo attraverso la rieducazione muscolare e articolare.

La rieducazione fisioterapica si avvale di particolari trattamenti:

  • Drenaggio linfatico manuale
    Conosciuto come linfodrenaggio, è un trattamento che ha importante applicazione quando esistono gonfiori al viso determinati per esempio dal ristagno di tipo linfatico dovuto a parafunzioni come il digrignamento.
  • Massoterapia decontratturante
    Terapia manuale che, attraverso varie tecniche di massaggio, risolve contratture della muscolatura masticatoria mimica e cervicale e disattiva eventuali zone grilletto o trigger points, che sono particolari disturbi della muscolatura che danno origine al dolore.
  • Esercizi e tecniche di recupero funzionale
    Sono esercizi finalizzati al recupero della funzione masticatoria. Vengono eseguiti sotto attento e diretto controllo dello specialista: il paziente impara successivamente a mantenere i risultati raggiunti attraverso esercizi eseguiti a casa autonomamente.
  • Rieducazione posturale
    Sono esercizi di correzione posturale che, associati a una corretta ginnastica respiratoria, accompagnano la rieducazione fisioterapica dell’A.T.M. qualora sia presente un’errata postura.

La Terapia Miofunzionale

 

La Terapia Miofunzionale (TMF)  è un programma educativo - rieducativo volto alle alterazioni delle funzioni orali quali: la respirazione, l’alimentazione (suzione – masticazione - deglutizione), la produzione dei suoni del linguaggio ( fonazione ) nonché il gusto e la mimica facciale.

Le alterazioni delle funzioni orali se non curate tempestivamente possono far insorgere nel soggetto in età evolutiva (periodo della crescita e dello sviluppo) uno squilibrio muscolare oro - facciale.

I sintomi più frequenti sono dati da :

  • respirazione orale (a bocca aperta)
  • deglutizione deviata : problemi di masticazione  - deglutizione dei cibi liquidi e/o solidi
  • alterazioni dell’articolazione verbale fonatoria: la distorsione dei suoni: /s/ di sole, /s/ di rosa, /z/ di tazza, /z/ di zaino in cui la lingua può fuoriuscire o interporsi tra i denti
  • palato alto e stretto
  • crescita anormale dei denti (malocclusione)
  • vizi orali (succhiamento del dito, delle dita, del ciuccio, perdurare dell’alimentazione attraverso la    ettarella del biberon)
  • scarso controllo e coordinazione muscolare oro - facciale
  • anormale postura linguale a “riposo”
  • difficoltà di mantenere l’attenzione e concentrazione
  • problemi posturali legati alle alterazioni sopracitate.

Per comprendere ciò bisogna vedere il corpo umano sotto un’altra ottica: Noi deglutiamo 1200-1300 ( altri autori fino a 2000) volte al giorno, vi è un grande gioco di correlazioni di forze che è esercitato nella bocca.

I muscoli della masticazione si contraggono e rilassano su tutto il cranio, mentre con l’appropriata deglutizione, la lingua spinge e si protende separando la mascella superiore da quell’inferiore.

Ed è proprio l’equilibrio di queste forze che aiuta a fissare la struttura della bocca e la posizione dei denti.

Se una persona ha problemi cronici di deglutizione, i muscoli coinvolti sono contratti creando tensione alla mandibola, al volto, collo ed alla parte alta della schiena ( cervicale e dorsale ). Questo può causare la caratteristica postura con la testa spostata in avanti, e lordosi cervicale e lombare più accentuate. Con l’incremento della tensione dei muscoli della deglutizione, la mandibola si muove posteriormente rispetto alla sua normale posizione per creare un compenso (raramente si muove anteriormente). Questo porterà stress all’Articolazione Temporo . Mandibolare con indolenzimento, dolore, schiocco ed il classico rumore di click. Fra l’altro vi sarà un malocclusione dei denti, che comporta un squilibrio della correlazioni delle forze delle masse muscolari, ponendone alcuni sotto eccessive forze ed altri sotto minime. L’aumento delle forze meccaniche su alcuni denti porterà dolore ai denti, e problemi gengivali, rendendoli più suscettibili all’infezioni. Alcuni di questi problemi possono essere trattati egregiamente con la terapia cranio sacrale e fisioterapia    

Altri richiedono un intervento combinato con l’odontoiatra.

Altro in questa categoria: « Gnatologia e posturologia

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione